Benvenuti nel nostro sito web collegato al Dialèt Bosàc'

Benvenuti nel nostro sito web collegato al Dialèt Bosàc' - Dialetto di Albosaggia

Nel sito potrete seguire il Gruppo e vedere le attività che promuove.

Approfondire meglio cosa facciamo e soprattutto cosa potete fare voi per recuperare il dialetto insieme a tutti noi.

 

Potrete conoscerci meglio ed entrare in qualsiasi momento in contatto con noi e per ricevere maggiori informazioni eseguite il neo-sito web

Dialèt Bosàc' 
https://sites.google.com/view/dialetto-di-albosaggia/home

VÓCABÓLÀRI BÓSAC’

VÓCABÓLÀRI BÓSAC’ - Dialetto di Albosaggia

Sito web di Albosaggia su didasca

Document VÓCABÓLÀRI BÓSAC’ e Spreadscheets VÓCABÓLÀRI BÓSAC’

A cura del Gruppo Dialetto di Albosaggia si invita a prendere visione del vocabolario e contribuire alla raccolta con suggerimenti o commenti.

IL PAESE DELLE STORIE

IL PAESE DELLE STORIE - Dialetto di Albosaggia

 

 Il Gruppo dialetto di Albosaggia cerca lettori!

Dialetto Dialetto [2.607 Kb]

barzeleti dól dì

LA CAMISA DOL PREVET

‘ll Batista ‘l ga robat la camisa al prevet  e il dì dopo ‘l l’ha ‘ncuntrat par la strada:

 _ bundì Batista, coma la va

_ la va bee ma l’è ‘n po larga de col

_ a mò una de li töi

_ no, , scior preost, sta olta l’è una de li söi.

 

L'ASEN A SPALA (SOLO AUDIO)  
Morale: alla gente non va mai bene niente, salvo stupirsi per le sorprese!

Voce narrante di Giuseppe Rossi

PROVERBI

DATA

DIALETTO

ITALIANO

1/1

 

fin ca ghe né viva ‘l rè, quant ghè ne pǜ crèpa l’asen e che ghe sǜ.

Finche ce ne viva il Re, quando non ce n'è più Crepa l’asino e quello che ce su.

2/1

 

La caora inboscida la ghen desprega  al bösc

La capra ingravidata prende a cornate il caprone

3/1

 

I soldi i ga pena ‘na cua chi che la ciapa l’è tϋta sua.

I soldi hanno solo una coda chi la prende è tutta sua

4/1

 

Mars sϋc’ e april bagnat, beat chel che à seminat.

 

Marzo asciutto e aprile bagnato beato chi ha seminato.

5/1

 

La tropa confidenza la fa pert la reverenza.

 

La troppa confidenza fa perdere la la riverenza

6/1

 

Vardel bee, vardel tϋt, l’omm sensa soldi come l’è brϋt.

 

Guardalo bene guardalo tutto, l’uomo senza soldi quanto è brutto

7/1

 

Par conosces ben, as ghe da mangiaa ‘n sac de sal ensem.

 

Per conoscersi bene bisogna mangiare un sacco di sale insieme

8/1

 

Al ghe miga matela bela ca l’è miga gavela, ma chili brϋti iè gaveli tϋti.

 

Non ce una bella ragazza che non abbia le gambe storte, quelle brutte hanno le gambe storte tutte.

9/1

 

Prϋma de fas  amiis l’è mei mangia ‘nsemm ‘n car de riis.

Prima di farsi amici è meglio mangiare un carro di riso insieme.

10/1

 

La farina del diaul la va ‘n crusca.

La farina del diavolo va in crusca

11/1

 

Prϋma de faa l’orden as ghe da faa ól disorden.

Prima di fare l’ordine bisogna fare il disordine

12/1

 

Cuanca la merda la monta scagn, o ca la spϋzza o ca la fa dagn.

Quando la merda sale sullo sgabello: puzza o fa danno.

13/1

Ofelee fa ól tò mestee.

 

Pasticciere fa il tuo mestiere

14/1

 

Cuanca ól piil del la barba al tend al grisii, laga li femmi  e tachet la vii.

Quando la barba tende al grigino, lascia le donne a attaccati al vino

15/1

 

Coi soldi e l’amicizia se rómp ól cǜ a la giustizia.   

Coi soldi e l’amicizia si corrompe la giustizia

16/1

 

Trii effe: famm, fϋmm, frec’.

 

Tre effe: fame fumo freddo.

17/1

 

Mei fϋmm che gheba.

 

Meglio fumo che freddo.

18/1

 

Sal tϋna prϋm de piöf, nient al se möf.

 

Se tuona prima di piovere niente si muove.

19/1

Chi suna la lira, chi tira de mira, chi pesca de am, ai mör da la famm.

 

Chi fa il suonatore, il cacciatore e il pescatore muore di fame.

20/1

Natal en piazza,  pascua ‘n brasca.

 

Natale in piazza, pasqua in burrasca.

21/1

 

Se la vipere la ghe sentiss e l’orbanela la ghe vedess, poca geet al ghe saress.

Se la vipera ci sentisse e l’orbettino ci vedesse poca gente ci sarebbe.

  • 11/12/2018
  • Invia a un amico