Avverbi di luogo


 

MODI PER INDICARE LUOGHI O MOVIMENTI - AVVERBI DI LUOGO,

Gli avverbi di luogo servono a specificare il luogo di un’azione, la collocazione di una persona o di un oggetto nello spazio e la distanza di una persona o di un oggetto rispetto a chi parla o ascolta.

Rispetto a un luogo, conosciuto o sconosciuto, i PRINCIPALI avverbi di luogo sono i seguenti:

Ité = dentro, indica un luogo di dentro rispetto a chi parla e ascolta, così: làité = dentro là

Sǜ = su, indica un luogo verso l'alto rispetto a chi parla e ascolta, così: làasǜ = lassù

= fuori, indica un luogo di fuori rispetto a chi parla e ascolta, così: làafó = fuori là

Gió = giù, indica un luogo verso il basso rispetto a chi parla e ascolta, così: làigió = laggiù

 

Quanto sopra viene per certi versi associato ai punti cardinali che per il nostro paese diventano:

Làasü = sud (verso le Orobie) - Làigió = nord (verso l'Adda)

Làafó = ovest (verso Caiolo) - Làité = est (verso Faedo)

 

Ne consegue che per completare con le indicazioni intermedie avremo:

Làafósǜ = (sud-ovest) dentro là verso l'alto rispetto a chi parla e ascolta

Làitésǜ = (sud-est) lassù verso lalto rispetto a chi parla e ascolta

Làitégió = (nord-est) laggiù verso il basso rispetto a chi parla e ascolta

Làfógió = (nord-ovest) fuori là verso il basso rispetto a chi parla e ascolta

 

Non è raro ascoltare anche:

Làitéfósǜ = (sud-sud-est) quasi a voler dire, vai lassù poi mentre sali ancora vieni in fuori per poi risalire, come se indicasse un sentiero che fa anche due curve mentre sale verso l'alto rispetto a chi parla.

Làitéfógió = (nord-nord-est) quasi a voler dire, vai laggiù poi mentre scendi ancora vieni in fuori per poi ridiscendere, come se indicasse un sentiero che fa anche due curve mentre scende laggiù verso il basso rispetto a chi parla.

Altri avverbi sono:

sura = sopra,

sóta = sotto,

deréet = dietro,

dènaz = davanti,

apröof = vicino,

tacàat = accanto,

lontàa = lontano,

'ntóren = attorno,

encóo = infondo, (en= in e cóo = capo / testa ---> encóo = in capo / testa)

encóonènto = infondo infondo, più infondo di così non si può. (spesso la e iniziale viene elisa e si mette ')

li vàchi iè ruadi itè-'cóonènto ala vàl = le mucche sono arrivate infondo infondo alla valle

chiló = qui, qua, indica un luogo vicino a chi parla e meno vicino o lontano da chi ascolta.

iló = lì, indica un luogo preciso un pochino più lontano da chi parla

Questi ultimi qui sopra si possono usare con suffisso ité, sǜ, fó, gió, e allora avremo:

itè-sura = dentro sopra - lè ité-sura ol taol = è dentro sopra il tavolo

sǜ-sura = su sopra - lè ilò sǜ-sura l'armari = è lì sopra l'armadio

fò-sura = fuori sopra - 'l sügürel lóo lagàat fò-sura al sciüch = la scure l'ho lasciata fuori sopra il ceppo

gió-sura = giù sopra - la mèla lò lagada gió-sura l'às dol formai = la roncola l'ho lasciata giù sopra l'asse del formaggio.

così per tutti gli altri:

ité-sóta = dentro sotto - sǜ-sóta = su sotto - fò-sóta = fuori sotto - gió-sóta = giù sotto

ité-deréet = dentro sotto - sǜ-deréet = su di dietro - fò-deréet = fuori di dietro - gió-deréet = giù di dietro

ité-dènaz = dentro d'avanti - sǜ-dènaz = su d'avanti - fò-dènaz = fuori d'avanti - gió-dènaz = giù d'avanti

ité-apröof = dentro vicino - sǜ-apröof = su vicino - fò-apröof = fuori vicino - gió-apröof = giù vicino

ité-tacàat = dentro accanto - sǜ-tacàat = su accanto - fò-tacàat = fuori accanto - gió-tacàat = giù accanto

ité-lontàa = dentro lontano - sǜ-lontàa = su lontano - fò-lontàa = fuori lontano - gió-lontàa = giù lontano

ité-'ntóren = dentro attorno - sù-'ntóren= su attorno - fò-'ntóren = fuori attorno - gió-'ntóren = giù attorno

ité-'ncóo = dentro infondo - sǜ-'ncóo = su infondo - fò-'ncóo = fuori infondo - gió-'ncóo = giù infondo

ité-'ncóonènto = dentro infondo infondo - sǜ-'ncóonènto = su infondo infondo

fò-'ncóonènto = fuori infondo infondo - gió-'ncóonènto = giù infondo infondo

ité-chiló = qui dentro - sǜ-chiló = quassù - fò-chiló = fuori qui - gió-chiló = giù qui

ité-iló = dentro lì - sǜ-iló = su lì - fò-iló = fuori lì - gió-iló = giù lì

fò-sǜ-iló = fò-sǜ-chiló = lì andando verso l'alto di traverso non molto lontano

 

Il termine "réet" assume significato di avere al seguito mentre ci si muove che associato agli avverbi principali ité, sǜ, fó, gió diventano:

ité-réet --> (dal latino ite= va / iter= sentiero) inteso come movimento, avere al seguito

lóo idüut itè-réet al sentéer = lo visto mentre percorrevo il sentiero

tö ité-réet da maiàa = intanto che vieni/vai portati dietro da mangiare

sǜ-réet --> tö sǜ-réet 'l fiasch dol vìi = intanto che sali porta su il fiasco del vino

fó-réet --> ò vìst 'n bìs fó-réet al sentéer = ho visto una biscia percorrendo il sentiero

gió-réet --> al mè curüut gió-réet 'l càa = mentre scendevo mi è corso dietro il cane

ò töc' gió-réet 'n campac' de patüsc' = scendendo mi sono portato una gerlata di strame

chiló-réet = allincirca qui, qui attorno, indica un luogo imprecisato nei pressi o attorno a chi parla

iló-réet = allincirca lì, lì attorno, indica un zona ristretta un pochino più lontano da chi parla

làaià = indica un luogo un po' più lontano di chi parla - làaia 'ndeèl nòs pràat = là dove si trova il nostro prato

dalàià = aldilà, indica che stà oltre qualcosa che separa chi parla

dalàià dala cà = aldilà della casa - sóo 'ndàc' dalàià dal'Ada = sono andato di là dall'Adda

dalàscià = al di qua, dalla parte dove è chi parla rispetto a qualcosa che separa

viene anche usato   iàdalà  in generale per indicare tutto quello che era appunto dall'altra sponda dell'Adda

 

Poi con gli avverbi pincipali preceduti dal in= 'n si ottiene:

in-ité = in dentro --> iè tüc' d'in-ité = sono tutti della Moia

'n-sǜ = in su --> i mée iè 'ndàc' 'n-sǜ = i miei sono andati in montagna

'n-fó = in fuori --> mi 'ndóo 'n-fó = io vado in fuori

'n-gió = in giù --> l'acqua la va 'n-gió e'l füm 'n-sǜ = l'acqua va in giù e il fumo in su

 

Ricordiamo anche:

iàzzzura = appena sopra, in superficie - ol làc' apena muigiüut 'l ghà iàzzura la bava = il l atte appena munto ha in superficie la schiuma

fozzùra = trabocca, tracima - lè 'ndac' fozzùra ol làc' dal padilìi = è traboccato il latte dal pentolino

sǜzzura = su di sopra

giòzzota = giù di sotto

 

Vittorio Crapella 24-01-2020