La fàm

di Paolo Piani 21-04-2020


La fame

QUÀNCA LA FAM LA GHÈ,

LA GAMBA LA TIRA ‘L PÈ

 

Òl mè sóser al cuntava-su a marènda

di sö tèep, ‘na stòria vera, tremènda

quànca la tucava gió propi gréva

e seva da rangiàs coma ‘spodéva!

 

L’è la stòria de quatro fradéi,

n’astàat réet a fée sǜ ‘l Campéi;

nòma la tèrsa i ghéva fàc’

e i scampava a pulènta e làc’;

 

però àa la farina l’eva scarsa

dopo ‘na stagiù dal sùul arsa,

sènsa ‘na góta i càap a binidìi

dai prüm de Mars fina a Somartìi.

 

Chèl dì al pòor Tòni al ghè tucàat

da via-sǜ chèl disnàa disgraziàat:

òl coldarìi la mès sùra al föoch,

ma de farina ‘na braca èn tut òl löoch!

 

Quànca òl méesdì l’è sunàat,

‘ndèla basla la pulènta l’ha ‘mprunàat:

l’eva tròp pìscena, misèra, poorèta:

par ogni bùca, gnàa mezza fèta!

 

Al pòor Tòni ‘l ghe piaigéva i óc’:

la tiràat-gió li braghi sóta al gionóc’,

e sùbet ol cǜ sǜ la pulènta la pugiàat;

i fradéi i-à büut schivi … e lüü ‘l se ‘ntisàat!

 

NOTA: Quànca la fam la ghè, la gamba la tira òl pè (Proverbio di Albosaggia)

 

QUANDO LA FAME SI VEDE

LA GAMBA TRASCINA IL PIEDE

 

Mio suocero raccontava a pranzo

dei tempi suoi, una storia come un romanzo

di quando la miseria tutti opprimeva

e bisognava arrangiarsi come si poteva!

 

E’ la storia di quattro fratelli

un’estate a fieno su ai Campelli:

solo le prime tre classi avevan fatte

e campavano a polenta e latte;

 

però anche la farina era scarsa

dopo una stagione dal sole arsa ,

senza una goccia d’acqua i campi a benedire

da inizio Marzo fino all’autunno sul finire.

 

Quel giorno al povero Toni il compito è toccato

di preparare quel pranzo magro e disgraziato:

il paiolo ha messo sopra al fuoco,

ma di farina solo un pugno in tutto il loco!

 

Quando poi mezzogiorno è suonato,

sul tagliere la polenta ha rovesciato:

era troppo piccola, misera, poveretta:

per ogni bocca, neanche mezza fetta!

 

Al povero Toni, piangevano gli occhi:

si è calato i pantaloni fin sotto i ginocchi,

e subito il sedere sulla polenta ha appoggiato;

i fratelli ne hanno avuto schifo … e lui si è rimpinzato!

'l ghè nè amò