Poesia d'amor

di P. Neruda - traduz. di Anna Gherardi 22-06-2019


Pablo Neruda l’è talméet grant, ca li söi poesii sè  li capìss en de tüti li lingui; öi pruàa a dìn sǜ 'n pìt de üna en bosàc’.

L’è na poesia d’amór

 

Te ami ca come sa te föstet de or

U ‘na mögia de fior rós come föch,

te ami come ‘na roba fónda e scüra

Da piach come ‘n umbria ‘ndel’anema.

 

Te ami come ‘na pianta che fiurìss ca

E’ la tee piacada la lüus di sö fior,

Par òl to amóor l’è vif al scür en del me corp

Chel’odóor déns ca’l vée sǜ da la tèra

 

Te ami sensa savii come è quant, gnè da ‘ndua

Te ami sensa problemi e sensa süperbia,

Te ami iscé sensa savii ol parché ‘nde sta

 

Manera, ca ‘n ghe sè ca pü gnè mi gnè ti.

Iscé apröof, ca la tua màa, ca la me tuca, l’è mia

Iscè apröf, ca i töo öc’ ai sè sèra col mè sógn.

Anna Gherardi 22-06-2019

'l ghè nè amò

 

È una poesia d'amore

 

Non ti amo come fossi rosa di sale

Non ti amo come fossi rosa di sale, topazio

o freccia di garofani che propagano il fuoco,

t’amo come si amano certe cose oscure,

segretamente, tra l’ombra e l’anima.

 

Ti amo come pianta che non fiorisce e reca

dentro di sé, nascosta, la luce di quei fiori,

e grazie al tuo amore vive oscuro nel mio corpo

il denso aroma che sale dalla terra.

 

Ti amo senza sapere come, né quando, né da dove,

ti amo direttamente senza problemi né orgoglio,

ti amo così perché non so amare altrimenti

 

che in questo modo in cui non sono e non sei,

tanto vicino che la tua mano sul mio petto è mia,

tanto vicino che si chiudono i tuoi occhi col mio

sonno.