Quanca s'eri gióen

di Vittorio Crapella - 11-12-2020


QUANCA S'ERI GIÓEN

Quanca s'eri gióen

sènsa pensée

mi s'eri chèl ca balava bée

quanca balavi 'l tango

col casché

tuti li femmi li me coreva ai pée

Adès ca i àgn iè pasàat sü

li giuntüri di òs li gira pü

fórsi l'è la sciatega o i reumatésem

sóo 'ntròpech e blocàat coma 'n pasù

 

Alle alé alé 'ndèm a balàa

pruém a stà 'mpée

Alle alé alé niént da fàa

ogni àn cal pasa 'n và ndrée

 

Quanca s'eri gióen

giügavi ala bòcia

iscè bée da mètei tüc 'n sacòcia

se mi tiravi 'n porta

la finiva 'n réet

'nsèma al portéer

Adès ca i àgn iè pasàat

ala bòcia güghi ca tàat

me vanti ca pü

ormai sóo rigit coma 'n pasù

 

Alle alé alé 'ndèm a balàa

pruém a stà 'mpée

Alle alé alé niént da fàa

ogni àn cal pasa 'n và ndrée

 

Quanca s'eri gióen

s'eri sempri elegant

ghèvi a l'anèl col brilant

e la cravata de seda

li scarpi de vernìis

vestìit ala moda col gilè grìis

Adès ca i àgn iè pasàat

porti i bragù tüc' pezzàat

li scarpi da solàa e 'n crapa ol capèl

coma 'n póor taradèl

 

Alle alé alé 'ndèm a balàa

pruém a stà 'mpista

Alle alé alé niént da fàa

ogni àn cal pasa al cala la vista

 

Quanca s'eri gióen

bel coma 'n fióor

tüti li femmi li völeva 'l mè amóor

par contentali tüti

corevi da ogni pàart

dal dì e de nòc' inaz e nréet 'ndafaràat

Adès ca i àgn iè pasàat

me senti tüt cunsumàat

ghè 'l spirèt e l'idea ma ca 'n pö fàa ?

sensa ol màz de carti se pö ca giugàa

 

Alle alé alé 'ndèm a balàa

ormai 'n prua ca pü

Alle alé alé pròpi niént da fàa

al rèsta nòma de tacàs al bon gesü

 

'l tuca a ti!

a mi ?

 

Quanca s'eri gióena

ghevi bèl fàa

ciapavi tüc' i merli sensa fai speciàa

adès ca sóo végia e tüt al va màal

sóo bùna gnaa da sligàa 'l scòsàal

 

Alle alé alé 'ndèm a balàa

pruém a stà 'mpée

Alle alé alé niént da fàa

ogni àn cal pasa 'n và ndrée

 

Quanca s'eri gióena

mosavi ol deréet

e la baràca tiravi réet

adès ca sóo végia gò l'anca blocada,

l'ergna ala schéna e 'na gamba 'ngesada

 

Alle alé alé 'ndèm a balàa

pruém a stà 'mpée

Alle alé alé niént da fàa

ogni àn cal pasa 'n và ndrée

 

Quanca s'eri gióena

fasevi l'amóor

coli grazi me fasevi onóor

adès ca sóo végia me tiri pü réet

la pérdi de 'nàaz e spès a deréet

 

Alle alé alé 'ndèm a balàa

pruém a mò 'mbòt

Alle alé alé niént da fàa

ogni àn cal pasa me pàri 'n barilòt

 

Quanca s'eri gióena

ai me öleva 'n paréc'

truavi da fàa itè par i léc'

adès ca sóo végia 'l péc' lè pàs

la pasèra lè frùsta el cùl lè scàs

 

Alle alé alé 'ndèm a balàa

ormai pödi ca pü

Alle alé alé pròpi niént da fàa

pös tacàs nòma al bon geśü

'l ghè nè amò

 

QUANDO ERO GIOVANE

Quando ero giovane

senza pensieri

io ero quello che ballava bene

quando ballavo il tango

col casché

tutte le donne correvano ai piedi

Adesso che gli anni sono saliti

le articolazioni non girano più

forse è la sciatica o i reumatismi

sono impacciato e bloccato come un palo

 

Alle alé alé andiamo a ballare

proviamo a stare impiedi

Alle alé alé niente da fare

ogni anno che passa andiamo indietro

 

Quando ero giovane

giocavo al pallone

così bene da batterli tutti

se io tiravo in porta

finiva in rete

assieme al portiere

Adesso che gli anni passano 

al pallone non gioco tanto

non mi vanto più

ormai sono rigido come un palo

 

Alle alé alé andiamo a ballare

proviamo a stare impiedi

Alle alé alé niente da fare

ogni anno che passa andiamo indietro

 

Quando ero giovane

ero sempre elegante

avevo l'anello con il brillante

e la cravatta di seta

le scarpe di vernice

vestito alla moda con il gilè grigio

Adesso che gli anni passano

porto i pantaloni con le pezze

le scarpe da suolare e in testa il cappello

come un poverello

 

Alle alé alé andiamo a ballare

proviamo a stare in pista

Alle alé alé niente da fare

ogni anno che passa cala la vista

 

Quando ero giovane

bello come un fiore

tutte le donne volevano il mio amore

per accontentarle tutte 

correvo da ogni parte 

di giorno e di notte avanti e indietro indaffarato

Adesso che gli anni passano

mi sento tutto consumato

c'è lo spirito e l'idea ma che possiamo fare?

senza il mazzo di carte non si può giocare

 

Alle alé alé andiamo a ballare

ormai non proviamo più

Alle alé alé niente da fare

rimane solo da invocare il buon Gesù

 

tocca a te

a me ?

 

Quando ero giovane

avevo da fare

prendevo tutti i merli snsa farli aspettare

adesso che son vecchia e tutto va male

non sono capace nemmeno di slacciare il grembiule

 

Alle alé alé andiamo a ballare

proviamo a stare impiedi

Alle alé alé niente da fare

ogni anno che passa andiamo indietro

 

Quando ero giovane

muovevo il sedere

e la baracca tiravo dietro

Adesso che sono vecchia ho l'anca bloccata

l'ergna alla schiena e una gamba ingessata

 

Alle alé alé andiamo a ballare

proviamo a stare impiedi

Alle alé alé niente da fare

ogni anno che passa andiamo indietro 

 

Quando ero giovane

facevo l'amore

con le grazie mi facevo onore

Adesso che sono vecchia non cammino più 

la perdo davanti e spesso anche di dietro

 

Alle alé alé andiamo a ballare

proviamo ancora una volta

Alle alé alé niente da fare

ogni anno che passa mi sento un barilotto

 

Quando ero giovane

mi volevano in parecchi

trovavo da fare dentro i letti

Adesso che sono vecchia il seno è floscio

la passera è consumata e il sdere è scassato

 

Alle alé alé andiamo a ballare

ormai non posso più

Alle alé alé niente da fare

posso invocare solo il buon Gesù