Laoràa la vìgna
Lavorare la vigna

mestér

vocaboli inerenti cose, attrezzi utilizzati per la vigna:

  • rùuc = terreno dissodato in profondità e adattato alla coltivazione della vite
  • böc' = buco nel terreno per più piantine di vite
  • raosòla = buca abbastanza profonda scavata per introdurre concime a nutrimento delle viti
  • róncàa = ribaltare la terra della vigna
  • vìit = vite pianta
  • pàal (pàai) = palo / pali in legno
  • pèrtega = pertica, lungo legno piuttosto sottile
  • fràsca (fraschi) = rami posti sopra la pertica per sostenere i nuovi tralci
  • palàda = filare di una vigna composto da pali, pertiche, “ràaca” e due fili sopra la pertica; la “palàda” è posta in senso verticale rispetto alla montagna
  • trevèrs = filare posto in senso longitudinale (orizzontale) rispetto alla montagna
  • cóo = tralcio della vite
  • sperù = tralcio di ripresa potato di lunghezza 20-30 cm
  • fòia = pampino
  • scialèscia = ramo di salice utilizzato nella vigna per fare le legature: grossa, per legare le pertiche ai pali; media, per legare le viti alle pertiche; piccola (mèers), per legare i tralc
  • stròpa = ramo di salice ripulito dai rametti secondari usato per legare la "pèrtega" al "pàal"
  • mèrs = rametto di salice che si usa per legare le viti
  • mersulìi = rametto di salice più piccolo del mèers
  • ràaca = elemento dei filari delle vigne; si tratta di un filo di ferro (o di tralci di viti legati tra loro) che viene teso una quarantina di centimetri sotto la pertica e dove si legano i tralci destinati a produrre uva | fàa sü la ràaca
  • 'ngrasàa = concimare
  • pudàa = potare, tagliare i tralci
  • fòrbes da pudàa = forbice per potare
  • mèla = roncola
  • vidisciù = tralcio della vite tagliato alla potatura | ‘n mazṍl de vidisciù = una fascina di tralci
  •  palféri  = attrezzo agricolo in ferro che serve per fare i buchi nel terreno nei quali vengono conficcati i pali della vigna
  • fàa sü la ràaca = elemento dei filari della vigna dove vengono legati i tralci destinati a produrre uva, in genere realizzato con un filo teso una quarantina di centimetri sotto la "pertega"
  • rizàa = legare i tralci alla pertica e alla “ràaca”
  • voltàa gió = piegare all’ingiù i tralci della vite, dopo la potaura (rizàa)
  • rógna = tralcio non fruttifero che nasce lungo il tronco della vite
  • srógnàa =togliere le rógne che sono di troppo
  • cauriṍ = viticcio = cirro della vite
  • garzṍl = tenero germoglio della vite
  • sgarzólàa = togliere i virgulti della vite in eccesso
  • bagnàa = fare il trattamento antiparassitario alla vite
  • üa = uva
  • pinciarṍl = acino, chicco d’uva che si colora per primo, quando inizia la maturazione
  • 'ntremès-cia = grappolo in via di maturazione
  • gràata de üa = grappolo d'uva - gratèl = piccolo grappolo
  • töo gió l'üa = fare vendemmia
  • spigolàa = spigoare
  • gratulù = raspo
  • fulasc' = pelle dell'acino
  • giànda = seme dell'acino
  • zofregàa = solforare, cospargere le foglie e grappoli della vite per combattere l’oidio e il mal bianco

Alcuni video di Anna Gherardi

faa su la vigna

faa su la raaca

rizaa

UN PO' DI STORIA

Anno 1833 - Trattato sulla coltivazione della vite e vinificazione

Anno 1844 - Come preparare le viti

Anno 1836 - Malattie della vite

Anno 1813 - Ultimi ritrovati per la cura della vite

1823 Sulla vendemmia

Curarsi con l'uva

 

La vigna canta Louisell 1969